Attrezzo per cornici

L'attrezzo per cornici (curnis in Occitano) serviva per realizzare le cornici degli armadi e produrre mobili.

L'oggetto, di uso quotidiano, si afferrava attraverso ll’apposita impugnatura e si faceva scorrere sulla superficie della futura cornice: la lama va ad incidere il legno e, in base alla forma della lama, per ricavare un motivo decorativo.

Gli attrezzi conservati presso il Civico Museo Etnografico di Ostana, entrambi in buone condizioni, hanno forma parallelepipeda. Nella parte superiore è collocata ad incastro l’impugnatura lignea, ad essa si appoggia il coltello che attraversa il corpo dell’attrezzo. La lama, che fuoriesce dalla parte inferiore, presenta una terminazione a tridente in modo da creare un motivo a tre canaline.

I due oggetti sono stati donati da Vassallo Carlo.