Lou Piloun di Bëpin è posizionato a 1360 m.

Il pilone di Giuseppe, dal soprannome della Fam. Raso che lo fece erigere. Pilone votivo realizzato nei primi anni ‘50 lungo la carrozzabile per Champanho, in segno di ringraziamento per il ritorno dai campi di prigionia della seconda guerra mondiale dei Fratelli Giovanni, Giuseppe e Chiaffredo. Il tabernacolo, intonacato e sormontato da una copertura in cemento armato, custodisce nella nicchia tre effigi raffiguranti i Santi omonimi dei tre combattenti.

Lou Piloun dë Virginio è posizionato a 1400 m.

Il pilone di Virginia Re, che come si legge sulla facciata, lo fece erigere su un appezzamento di sua proprietà in segno di ringraziamento per la guarigione del figlio da una grave malattia. Pilone votivo, realizzato verso la metà degli anni ‘50 e poggiante su un basamento in pietra.
La nicchia, ricoperta da un tetto in lose, custodisce una statua della Madonna e una di San Chiaffredo.

Lou Piloun dë l'Irëtto è posizionato a 1340 m.

Pilone votivo nell’omonima località, lungo la Vio dë Miribrart. Intonacato ruvidamente, custodisce all’interno della nicchia alcuni quadri raffiguranti dei santi. Venne fatto erigere come segno di ringraziamento per il ritorno del figlio Flip, Filippo, dal fronte della prima guerra mondiale, da Pietro Bertorello il quale, inoltre, si recò con gli zoccoli a spalle al Santuario di Valmala, in Val Varaita.

Lou Piloun dë Jacou dë Longe è posizionato a 1460 m.

Il pilone di Giacomo di Longe dal nome e soprannome di Giacomo Bertorello che lo fece realizzare. Pilone votivo recentemente restaurato, situato lungo la Vio dë Miridò de Béstie. Le pareti sono intonacate ruvidamente e il tetto in lose è sormontato da una piccola croce in ferro.

Lou Piloun dë Jacou dë Ballou è posizionato a 1110 m.

Il pilone di Giacomo di Ballou dal nome e soprannome di Giacomo Lombardo, che lo fece erigere nel 1946 in segno di ringraziamento per il suo ritorno dai campi di prigionia in Germania. Pilone votivo lungo la Vio Novo e in prossimità del Biviou, intonacato rozzamente e provvisto di un tetto in calcestruzzo e di un basamento in pietra, che custodisce nella nicchia una statua raffigurante la Madonna.

Lou Piloun dë Chèrou Minòt è posizionato a 1370 m.

Pilone votivo, un buono stato di conservazione, che venne fatto erigere da Domenico Raso nel 1916 in segno di ringraziamento per il ritorno dalla prima guerra mondiale del figlio Chiaffredo. Il tabernacolo, sormontato da un tetto in lose e da una piccola croce in ferro, custodisce nella nicchia, decorata a stelle, una statuetta della Vergine.
La facciata verso ovest è affrescata con l’immagine di San Chiaffredo, quella a est reca l’immagine di San Domenico.

Lou Piloun de Bouisounà è posizionato a 1145 m.

Antico pilone votivo, in buono stato di conservazione, eretto nell’omonima località alla confluenza della Vio dë Soubbre con la Vio dal Piloun e attualmente individuabile con difficoltà perchè avvolto dai rovi. Intonacato sui tre lati, ha la base appoggiata su un affioramento roccioso e il tetto in lose sormontayo f una grossa pietra che reca scolpita la data 1915 e nella quale è infissa una piccola croce di ferro.

Lou Piloun d'Ënrune è posizionato a 1300 m.

Antico pilone votivo costruito a valle dell’omonima località, su un ammasso roccioso lungo la strada comunale per Champanho. Le pareti sono intonacate ruvidamente e sul prospetto è affrescata una croce. Il tetto, in lose, è sormontato da un piccolo pilastro murato, realizzato dai soldati durante l’ultima guerra. Venne realizzato in segno di ringraziamento da un viandante uscito illeso da un incidente, nel quale perse invece la vita il suo asino che per uno scarto scivolò nel tonfano sottostante, denominato da allora Toumpi dë l’Aze.

Lou Piloun 'd la Visto dë Son Chiafrè è posizionato a 940 m.

Pilone votivo ricoperto da due grosse lose e poggiante direttamente sui muri a secco che delimitano il Coumbalaç, il quale defluisce al di sotto del suo basamento. La costruzione sorge nel punto in cui, provenendo da Paesana, lungo la Vio dal Po, si scorge il santuario dedicato all’omonimo Santo, situato nel Comune di Crissolo. Venne eretto verso gli ultimi anni ‘50 su iniziativa della famiglia Chiri.

Lou Piloun dë Boùërou (alto) è posizionato a 1510 m.

Il pilone prende il nome dalle famiglie Chiri, proprietarie di una meira a est del tabernacolo, che lo fecero erigere. Antico pilone votivo posto in posizione sopraelevata, da cui si gode un’ottima vista su La Villo, Miribrart e la Ruà.

Lou Piloun dë Boùërou è posizionato a 1270 m.

Prende il nome dal soprannome delle famiglie Chiri che nei primi anni '50 lo fecero erigere come ex vo­to a seguito delle vicende del secondo conflitto mondiale in cui furono co­involti alcuni suoi membri e al ritorno di uno di questi dalla campagna di Russia.

Lou Piloun dë San Marc (Marcou) è posizionato a 1250 m.

Fino ai primi anni ‘60, il venticinque aprile, giorno dedicato a San Marco, era consuetudine recarsi in processione al pilone dopo la messa, per ricevere la benedizione e propiziarsi un buon esito delle semine e dei raccolti. Ristrutturato nel 1993 è stato, nell'occasione, consacrato alla Madonna.

Lou Piloun di Marquét - Lou Piloun de Nounno è posizionato a 1260 m.

Nella borgata I Marquét, il Piloun di Marquét QR code rappresenta la religiosità locale. Sito lungo la Vio omonima, fu ristrutturato nell'agosto del 2000. In quell’occasione sono stati posi­zionati all'interno della nicchia una statua di San Giu­seppe e quadretti raffiguranti San Chiaffredo, San Giu­seppe e la Vergine. Le immagini dei due santi erano un tempo effigiate sulle pareti laterali mentre su quella di fondo vi era decorato il "Sacro Cuore". La copertura in lose è stata sostituita negli anni ‘50 dal cemento e la nicchia, era un tempo affrescata. La processione del Corpus Domini si snodava anche lungo questo pilone.