A differenza di altre frazioni, Minibrart non ha mai avuto, per quanto ci si ricordi, diffi­coltà nell'approvvigionamento dell'acqua, grazie alla vicinanza del ruscello alimentato dalle perenni Fountano de Pèiro Ficcho e Fountano di Founç, e alla presenza di alcune sorgenti.
Un primo acquedotto riservato a Miribrart, La Villo e I Marchét fu costruito nel 1937 prendendo l’acqua presso il Serre, sotto la direzione di Pinot da Salo. La presenza di alcune fontane dislocate nelle diverse zone della frazione alleggerì molto il lavoro dell’approvvigionamento dell’acqua, soprattutto per il bestiame. L’acquedotto fu poi rifatto a metà degli anni ‘50 a beneficio di tutte le frazioni.

Per lavare i panni le donne si recavano in genere al Bial, dove il torrente si allarga in una piccola conca artificiale che fungeva da lavatoio. Lungo il suo perimetro erano siste­mate le lavoùire, ovvero le lastre di pietra uti­lizzate come piano inclinato su cui strofinare e battere i panni.